Il veleno sta nella quantità

Un calice al giorno toglie il medico di torno

Possiamo dire che stiamo aprendo una bottiglia di vino… per motivi di salute?

Eccoti servite le prime 5 buone ragioni per versarti un calice di vino:

(e se stai leggendo questo articolo, ci sono buone probabilità che tu ne abbia già uno in mano…)

1) Longevità: il vino allunga la vita

Nel 2007 uno studio svedese su un campione di 2.468 uomini nel corso di trent’anni, ha dimostrato che chi sceglie il vino a discapito di birra e superalcolici ha un tasso di mortalità inferiore del 34%.

 

2) Circolazione: il vino contro le embolie

È dimostrato come il regolare consumo di piccole quantità di alcol aumenti, nel tempo, il livello di HDL, quello che viene comunemente chiamato colesterolo buono.

 

3) Difese immunitarie: il vino contro il raffreddore

Nel 2010 uno studio condotto dall’American Journal of Epidemiology rivelò che tra i circa 4.000 membri delle facoltà di 5 differenti università, quelli che bevevano più di 14 bicchieri di vino a settimana dimostravano un’efficienza delle difese immunitarie superiore del 40% di fronte al comune raffreddore.

 

4) Malattie cardiovascolari: il vino ne riduce il rischio

Degli analisti francesi hanno recentemente rivisto oltre 84 studi sull’alcol e scoperto che anche una piccola quantità riduce sensibilmente il rischio di morte per cause naturali legate alle malattie cardiovascolari.

 

5) Sonno: il vino aiuta a dormire

Ultimo, certamente non per importanza, segnatevi che il contenuto alcolico abbassa la temperatura del corpo conciliando il sonno.

 

E allora, sei ancora senza calice?!

Torna al blog