Il cibo al cinema

Il cibo al cinema

Forse non tutti saranno premi Oscar, forse neppure campioni di incassi al botteghino, ma quella che segue è la nostra personale classifica dei film, legati al cibo da noi considerati imperdibili.

Chi per un dettaglio, chi per una curiosità sono tutti lungometraggi che ci hanno ispirato e che ci sentiamo di proporvi; ci teniamo però a sottolineare che questa classifica è legata al solo mondo cibo e cucina. Proporremo prossimamente un altro elenco di lungometraggi per quanto concerne il nostro amato vino!

 

Posizione n°5: The Founder (2016)

Regia di John Lee Hancock con Michael Keaton, Nick Offerman, John Carroll Lynch, Laura Dern, Linda Cardellini.

Essendo orientati su un tipo di alimentazione più sana e “culturale”, non parliamo spesso di fast food, ma ci sembrava giusto citare questo film perché racconta la storia di come il colosso McDonald's sia nato e abbia conquistato il mercato mondiale nella ristorazione “veloce”. Intrecci di potere, scorrettezze e imposizioni imprenditoriali evidenziano come il cibo sia importante anche da un punto di vista economico e commerciale.

 

Posizione n°4: Delicieux (2021)

Regia di Eric Besnard con Grégory Gadebois, Isabelle Carré, Benjamin Lavernhe, Guillaume De Tonquedec.

Questo film appena rilasciato è ambientato nella Francia nel XVIII secolo, alla vigilia della Rivoluzione francese. Le vicende, a differenza del lungometraggio della precedente posizione in classifica, non sono realmente accadute: la trama è fantastica e ci racconta la creazione del primo ristorante francese.

Uno scorcio della storia dell’alimentazione che mette in luce come il “mangiar bene” e la buona cucina siano passate dall’essere un privilegio solo di alcune classi sociali più abbienti a un bene e servizio a disposizione di tutti.

 

 

Posizione n°3: Chocolat (2000)

Regia di Lasse Hallström, con Juliette Binoche, Leslie Caron, Alfred Molina, Johnny Depp, Lena Olin, Peter Stormare.

Tratto dall’omonimo romanzo di Joanne Harris (1999), il film è ambientato nel 1959 in un piccolo e noioso villaggio francese dove tutti i cittadini vivono in modo piuttosto monotono e bigotto. L’arrivo di Vianne Rocher e di sua figlia Anouk scuoterà le abitudini cittadine: la donna aprirà una golosa cioccolateria proprio durante la quaresima sfidando i bacchettoni, i finti perbenisti e le ipocrisie.

 

 

Posizione n°2: Ratatouille (2007)

Regia di Brad Bird e Jan Pinkava

Questo lungometraggio d'animazione della Pixar è ambientato nella Francia del 1970. Narra le vicende di un piccolo topo “dall’olfatto e gusto raffinato” che per un’insolita casualità si troverà a dover aiutare un maldestro sguattero di un ristorante stellato a diventare un grandioso chef. Tra episodi divertenti, risate e leggerezza della trama passa sicuramente in primo piano il messaggio che: "chiunque può cucinare"!

 

 

Posizione n°1: Il sapore del successo (2015)

Regia di John Wells con Bradley Cooper, Sienna Miller, Daniel Brühl, Riccardo Scamarcio, Omar Sy, Sam Keeley.

Un film che fa vivere quanto realmente accade nelle cucine dei ristoranti stellati. Amore, Violenza, metodologia, impegno, vendetta, volontà di rivalsa sono solo alcuni degli ingredienti che evidenziano il contrasto dolce-amaro del successo nella ristorazione raccontato in questo lungometraggio.ù

 
 
 
Torna al blog